Elisa Begani

"Quello che si svolge mentre la pittrice dipinge, in definitiva è un processo di specchiamento e di agnizione. Il dipingere come un cercarsi, non come un fare , un copiare, un far vedere che si è capaci, ma come dimensione filtrata e pensante di uno spirito che, nell’atto stesso del fare, vive, si specchia, si proietta nel tempo, cerca l’accordo con qualcosa o qualcuno. Tant’è che quella stessa mano la quale asseconda l’occhio che osserva e fissa le forme, quella stessa mano fissa anche i pensieri che passano per la mente o per il cuore.
Che è dimensione diaristica, tipica del diario: il che ci conferma di essere di fronte ad una pittura molto personale, come modo stesso di dipingere oltre che come tema, soggetto: il dipingere non come un fare, ma come un cercarsi dentro."

Claudio Guarda

"What happens while the artist is painting is a renewal process looking for a filtered dimention, an accordance with something or somebody without copying or showing off. The hand depicts what the eyes see and what the mind or the heart thinks and feels at the same time. 
The result is a sort of diary, expression of a very personal painting that is not making but looking inwardly."

Claudio Guarda